Nuova uscita su Lankenauta

martedì 6 aprile 2021

 



Lankenauta pubblica una mia riflessione sul libro “Ventitré modi per sopravvivere” di Ksenja Laginja. Buona lettura.

Ettore Fobo

Liberazioni...

sabato 3 aprile 2021


Liberare le parole dalle catene del sentito dire, dalla forza delle maiuscole che determinano i valori, consacrati dalle credenze delle masse; liberare il pensiero dai si dice che sono come dighe che ne deviano o impediscono l’onirico fluire. Dare voce a quelle forze impersonali che governano il linguaggio; questa macchina, che finita l’infanzia come dimensione etimologica, determina le nostre pulsazioni più profonde, ingabbia le nostre vibrazioni nella dinamica dispotica del Senso,  frustra le nostre ambizioni con la  vanità nazional popolare  dei codici normalizzanti. In sintesi traduce la nostra complessità in un tweet che sia condivisibile dal più alto numero di persone. Violenza e voluttà puramente  democratiche. Opporsi così agli automatismi  linguistici che ci forgiano, ci determinano, ci trascendono,  ci creano  in una parola come esseri dotati di un io, una volontà, un insieme vacuo di credenze, spesso autoriferite. Il mondo è la volontà di una rappresentazione che chiamo mia solo perché mi sono immedesimato in essa… Miti galleggiano sulla superficie del nostro niente, esiste una maschera dietro cui solo il sogno di un volto si agita.

 

Una poesia di Valerio Magrelli

mercoledì 3 marzo 2021



 


È specialmente nel  pianto

che l’anima manifesta

la sua presenza

e per una segreta compressione

tramuta in acqua il dolore.

La prima gemmazione dello spirito

è dunque nella lacrima,

parola trasparente e lenta.

Secondo questa elementare alchimia

veramente il pensiero si fa sostanza

come una pietra o un braccio.

E non c’è turbamento nel liquido,

ma solo minerale

sconforto della materia.

***

 

 

da “Le cavie”- Valerio Magrelli – Einaudi – ottobre 2018